Anche ora continuo ad usare nome e cognome come allora, una scelta di coerenza: se ti metti in gioco come persona i titoli acquisiti servono soltanto per essere qualificato dai pigri ancora più pigri di chi mi sta leggendo, che credono di poter conoscere una persona dalla città in cui abitano, dal quartiere o dal mestiere dei propri genitori e si perdono la grande esperienza di una scoperta affascinante, giacché ritengo che conoscere una persona è sempre un'esperienza affascinante come navigare in mare aperto senza mai sapere cosa ti può succedere.

 

Quando ho iniziato a navigare in questo mare, la connessione ad internet era offerta previo pagamento di un abbonamento e tariffata a scatti o a tempo. Il maggiore fornitore di connessione ad Internet in Italia era Italia on Line (IOL) ed io ebbi in regalo a Natale 1997 un abbonamento TIN E LODE per studenti universitari a patto che Internet lo studiassi.

 

E così scoprii il mondo del web, delle chat, di usenet e dell'email.

I motori di ricerca si contendevano la leadership e Altavista, (che ora è stato assorbito da Yahoo!) faceva da padrone, in Italia si usava Arianna (motore di IOL), ora assorbito da Virgilio, motore di TIN, ma più che usare i motori di ricerca per trovare siti interessanti si era soliti spulciare la lista dei preferiti di chi un sito lo aveva creato già.

 

Le chat più quotate erano quelle in I.R.C. (Internet Relay Chat) ed a porsi in concorrenza diretta con Yahoo! Messanger nacquero le chat italiane quali C6 di tin ed ICQ giungeva all'apice della sua diffusione.

Gli indirizzi email gratuiti erano offerti da provider rigorosamente americani ed era diffusissimo l'uso di usa.net by netad dress, poi c'era Lycos, ad esempio. Molti li usavano come secondo indirizzo cercando anonimato.

 

Lo spazio web gratuito era offerto da molti

provider stranieri e quello più in voga era

Geocities che offriva un indirizzo tematico in una città immaginaria diviso per l'appunto in strade (ed il mio indirizzo era http://www.geocities.com/Eureka/Promenade/4488/). Poi c'era lo spazio web offerto da Tripod che si fuse con la posta di Lycos in una parternship ancora esistente..

I siti si collegavano attraverso i ring, gli anelli, tematici anche quelli, che una volta erano anche su xoom, ma pressocché scomparsi. Iusring, in Italia, era pionere del diritto sul web curato da Valentino Spataro che ha svolto il mio stesso percorso professionale, ma avendo un padre avvocato :-)

 

Ultimo, ma non meno importante, fu il mio approdo ai news-group e fu lì che conobbi le big8 e la gerarchia it.* e scrissi i miei primi post. Uno dei primi era sulla convivenza tra windows 3.11 e windows 95 osr2.

 

Significativa anche la discussione sulla privacy o questa sui dizionari ortografici di winword.

 

Tornai alle questioni strettamente italiane grazie ad it.diritto.* e fu l'inizio di una grande storia...

 

In Italia ci si stava battendo per la pubblicazione delle leggi gratis in internet e nasceva il progetto di un sito che ancora oggi ricorda le sue origini temporali.

Alcune attività che ho svolto in quegli anni erano firmate con il mio account contrattuale giudeval@tin.it e non sono più riconducibili a me scaduti i cinque anni di quell'offerta, poi, ho collezionato indirizzi email un po' dovunque e molte cose sono cambiate...

Contattami tramite il modulo
 
 
Alcuni Link funzionano solo se sei iscritto ai relativi social

 

 

© 2014-2016  by Giulio della Valle

  • Facebook App Icon
  • Twitter App Icon
  • Google+ App Icon
  • LinkedIn App Icon
  • Blogger App Icon
  • YouTube Classic
  • Trip Advisor App Icon
  • Instagram App Icon
  • Hangouts-Logo25.jpg

Vista la situazione...